Lidia Del Gaudio

Un sogno resta un sogno. A qualsiasi età o latitudine, nel chiuso dei propri pensieri o tra l’intimità di una folla. È più importante crederci che realizzarlo. Il mio sogno è scrivere, quello che muove il mio mondo e le mie stelle. Che mi riporta in equilibrio dentro una vita a scivolo, dove spesso mi ritrovo in basso, al punto di partenza. E di fianco, poi, come satelliti di varia grandezza orbitano altri amori e sogni, non meno belli, che si chiamano musica, pittura, cinema, e tutto quanto di artistico mi circonda. Della vita mi angoscia il non sapere, della morte il non poter sapere.

Presso I sognatori ha pubblicato “Pillole (di follia quotidiana)“.